“Una storia sbagliata”, 29 luglio, ore 21,30, Piazzale Re Astolfo, Carpi. Da non perdere.

UnastoriasbagliataFronteUnastoriasbagliataRetro

Dopo il sold out dell’8 marzo in teatro a Carpi, venerdì 29 luglio alle 21,30 in Piazzale Re Astolfo a Carpi ci sarà l’unica replica (con molte novità) di uno spettacolo unico.

Vi aspetto.

Una storia sbagliata

Scritta e raccontata da Giovanni Taurasi

Interpretata e recitata da Elisa Lolli e Maria Giulia Campioli

Cantata e suonata da Francesco Grillenzoni e Stefano Garuti

Con la partecipazione straordinaria di Iolanda Battini

Pubblicato in / | Lascia un commento

“Brexit: la rabbia e la paura”, di Giovanni Taurasi

brexitQuando nel 2005 i referendum in Francia e Olanda bocciarono la Costituzione Europea, interrompendo un cammino lento che era cominciato mezzo secolo prima (grazie anche alla spinta di quei due Paesi), le classi dirigenti europee si sono avviluppate in una decennale discussione su revisione di trattati, accordi, patti (come sempre, anche in passato). Senza capire che non era più tempo di pause di riflessione e che un processo di nation-building ha una natura non solo istituzionale, ma anche sentimentale e andava rilanciato con un colpo di reni. Continua a leggere

Pubblicato in / | 3 commenti

Doppio spettacolo a Campogalliano il 31 maggio e Fanano il 2 giugno per celebrare il 70° della Repubblica e del voto alle donne

31maggio2giugnoHistorytelling

Ottava e nona tappa dell’history telling Dalla notte all’alba della democrazia per raccontare, suonare e cantare storie di guerra, resistenza e dopoguerra in provincia di Modena tra l’8 settembre 1943 e il 2 giugno 1946. Martedì 31 maggio, ore 21, sala comunale La Montagnola di via Garibaldi 47 a Campogalliano e giovedì 2 giugno, sempre alle 21, in Piazza Corsini a Fanano. Ingresso libero.

Pubblicato in /

“Marmoreo. Cortometraggio” un progetto di Federico Baracchi e Giovanni Taurasi

MARMOREONell’ultimo anno, come avrete visto dal blog, ho pubblicato un altro libro, realizzato un’altra mostra, promosso un nuovo progetto itinerante denominato histyory telling Dalla notte all’alba della democrazia, scritto e interpretato lo spettacolo teatrale “Una storia sbagliata”. Tutto ciò insieme a vecchi e nuovi amici e amiche e con l’obiettivo di raccontare la storia contemporanea e quella locale con modalità e linguaggi nuovi. A volte, nella vita, è necessario reinventarsi e riscoprire le proprie competenze (adesso lo chiamano portfolio), rimetterle in gioco in modo diverso e cercare partner e collaboratori con altre esperienze, perché dalla sperimentazione e dalla cooperazione tra più persone, con altre competenze e altri talenti, nasce sempre qualcosa di arricchente per tutti.
1+1 fa 2 solo in matematica. Nella vita 1+1 fa almeno 3. Non so se lo abbia già detto qualcun altro. Forse è banale. Ma è ciò che penso dopo quest’anno di sperimentazione.
C’era però qualcosa che mi mancava. Continua a leggere

Pubblicato in /

“La Costituzione più bella del mondo” di Giovanni Taurasi

siLe riforme costituzionali sono fondamentali per rilanciare l’Italia. In primo luogo perché dimostrerebbero al mondo che le cose si possono cambiare pure nel Paese de Il Gattopardo e che non siamo un Paese non riformabile. E poi per tanti altri motivi che non spiegherò qui ed ora (ma che basterebbe rileggersi un po’ di Calamandrei e del dibattito costituente del tempo per capirle). Tra l’altro coloro che sostengono le ragioni dell’intangibilità della Carta sono gli stessi che per una vita hanno sostenuto che non era applicata e che era stata tradita.

Continua a leggere

Pubblicato in /

25 aprile: l’history telling Dalla notte all’alba della democrazia fa tappa all’ex Campo di concentramento di Fossoli

LOCANDINA-FOSSOLI.jpgDalla notte all’alba della democrazia è un progetto di history telling musicale nel quale uno storico (Giovanni Taurasi) e due musicisti (Francesco Grillenzoni e Stefano Garuti, voce, chitarra e fisarmonica del gruppo di combat folk Tupamaros) ripercorrono il triennio tra l’8 settembre 1943 e il 2 giugno 1946, in una narrazione che si muove tra storia, memoria, testimonianze, immagini e musica, e tra la dimensione locale della provincia di Modena e la dimensione nazionale, nel periodo più cruciale della storia d’Italia.
Il percorso è accompagnato da brani musicali della tradizione popolare e contemporanei, arrangiamenti arditi e versioni dialettali inedite, che si intrecciano con il racconto orale.
L’history telling approfondisce le vicende locali e ogni volta propone riflessioni diverse in relazione al luogo nel quale viene messo in scena.

Ingresso libero e gratuito

https://www.facebook.com/events/242237922794219/

Pubblicato in /

“Baciamo le mani” di Giovanni Taurasi

VespadonVitoNon ho guardato Porta a Porta perciò non posso commentare. Però mi ha sempre scandalizzato il fatto che in studio la Rai abbia sempre permesso ci fosse Bruno Vespa. Tra l’altro pagandolo pure. Si vede che in Italia è possibile abolire il Senato ma la terza Camera dello Stato non la può toccare nessuno. A parte le battute, fino ad un certo punto, per me il problema non è se un mafioso o il figlio di un mafioso parlano in TV. Anzi, se questo può servire a far capire cos’è la mafia e a promuovere cultura della legalità può perfino essere positivo. Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato ,