Archivi tag: Michele Ainis

“TUTTI IN CERCA DEL FUTURO (NEL PASSATO)” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 17.11.2013

L’ Italia ha il torcicollo. Cammina guardandosi alle spalle, invece di puntare gli occhi sul domani. O meglio, non avanza: arretra. Perché il futuro è un pozzo nero, è un orizzonte claustrofobico, e allora cerchiamo conforto nel passato. Noi italiani, … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | 2 commenti

“L’INDIGESTIONE DELLE DEROGHE” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 10.10.2013

Il governo Letta ha passato la nottata, ma per l’Italia è ancora notte fonda. Viviamo in un sistema che alleva disoccupazione e recessione, prigioniero di lobby armate fino ai denti, lacerato dal divorzio fra popolo e Palazzo. Zero efficienza economica, … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“CHI HA PAURA DELLE RIFORME” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 12.9.2013

Il finimondo è un numero a tre cifre: 138. Scritto con un pennarello nero sulle mani sventolanti dei grillini, agitato come un altolà da quanti s’oppongono al disegno di riforma, o al contrario usato a mo’ di grimaldello per forzare … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“LE CINQUE DEMOCRAZIE” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 29 dicembre 2012

Le prossime elezioni? Una competizione fra programmi, interessi sociali, leader. Come sempre, del resto. Ma stavolta c’è una novità, anche se fin qui non ci abbiamo fatto caso. Perché nell’urna si misureranno non soltanto linee politiche, bensì modelli di democrazia.

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Una minaccia che non esiste” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 5 dicembre 2012

Su questo finale di partita volteggia, come un corvo, la minaccia: o election day il 10 febbraio o la sfiducia a Monti. Un altolà pronunciato da Alfano, urlato da Santanchè, sibilato a denti stretti da Silvio Berlusconi. Ma è una … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“L’ETERNO VUOTO DELLE RIFORME” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 3 ottobre 2012

C’è un nesso fra la Grande abbuffata dei consiglieri regionali e il sovraffollamento delle carceri? E cos’hanno in comune queste due vicende con la rissa fra politica e giustizia che ci ammorba da vent’anni?

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“La vita sospesa delle istituzioni. Tutti spettatori e nessun attore” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 24 aprile 2012

L’Italia consuma i propri giorni come in dormiveglia, sospesa fra la notte e l’alba. Trattiene il fiato, e intanto resta immobile. S’interroga, nicchia, tergiversa. Aspetta. Perché è un tempo di mezzo, quello che stiamo attraversando. Il vecchio rantola, ma non … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | 3 commenti

“L’Inflessibile Debolezza delle leggi Italiane” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 30 marzo 2012

Diritto malato di eccessi ideologici Meglio introdurre leggi a termine C’è un che di talebano nel nostro modo d’affrontare le questioni. O di qua o di là, senza vie di mezzo. In mezzo c’è solo un campo di battaglia, percorso … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Ora cambiatela, e in Fretta” di MICHELE AINIS dal Corriere della Sera del 13 gennaio 2012

Nessun miracolo, Lazzaro non è resuscitato; sicché rimane in vita il Lazzarone. Ossia la nostra pessima legge elettorale, che i referendari avrebbero voluto cancellare riesumando il Mattarellum. Reviviscenza, è questo il nome in codice del marchingegno giuridico sottoposto alla Consulta.

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Vivere in una società evanescente” di Michele Ainis dal Corriere della Sera del 24 (25 e 26) dicembre 2011

Bancomat al posto dei contanti, video-arte invece delle tele Diritto, morte, miseria: è il trionfo della rimozione Nell’iconografia medievale, i quattrini sono lo sterco del demonio: una borsa appesa al collo dei ricchi, che li trascina giù all’inferno. Sarà per … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , | Lascia un commento