Archivi tag: Mass-Media

“L’AMACA” di MICHELE SERRA da La Repubblica del 19 febbraio 2013

Grillo non lo sa (è troppo sicuro di sé per capirlo), ma il rifiuto di sottoporsi al normale tran tran televisivo lo rende odioso quasi quanto Berlusconi, e gli costerà un po’ di voti.

Pubblicato in / | Contrassegnato , , | 1 commento

“Cinguettio tecnico” di Massimo Gramellini da La Stampa del 27 dicembre 2012

Alla notizia che, dopo il Papa, persino Mario Monti e sua sorella Agenda si erano messi a scrivere su twitter – la sera di Natale, poi, quando le persone serie un tempo giocavano a tombola – mi sono sentito tanto … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , ,

“Odifreddi, più un calcolo che un diritto” di Stefano Menichini da Europa del 21 novembre 2012

Il caso Odifreddi-Repubblica – di cui un tempo si sarebbe occupata una ristretta cerchia di addetti ai lavori – vale oggi come test di un paio di fenomeni a proposito della libertà d’espressione.

Pubblicato in / | Contrassegnato ,

“Neocanarchici & co. La rivoluzione senza leader” di ANTONIO CARIOTI da La Lettura del Corriere della Sera del 18 novembre 2012

Né dirigenti, né linea politica. Il fine non è abbattere lo Stato ma agire come se non esistesse. Lenin è morto, la rivoluzione è viva. Nessuno oggi sogna più la presa del Palazzo d’Inverno, né immagina avanguardie proletarie rette da … Continua a leggere

Pubblicato in / | Contrassegnato , ,

“Lo showman che va sul web come nella vecchia tv” di Massimiliano Panarari da La Stampa del 3 novembre 2012

C’è, nell’aria, un «uso televisivo della Rete». Ovvero, monocratico, unidirezionale, dall’uno ai tanti: precisamente l’opposto delle sorti magnifiche e progressive (e soprattutto partecipative), che sarebbero connaturate, almeno potenzialmente, a Internet.

Pubblicato in / | Contrassegnato , , ,

“Ultima fermata Dallas” di Massimo Gramellini da La Stampa del 26 ottobre 2012

Dopo Silvio, anche J. R. ha fatto un passo indietro, precipitando in un burrone di sbadigli che ha costretto Canale 5 a sospendere la nuova serie di Dallas già alla seconda puntata. Ogni tanto la vita sa offrire coincidenze ineffabili.

Pubblicato in / | Contrassegnato , , , | 2 commenti

“Se il graffio della satira detta la linea politica” di STEFANO BARTEZZAGHI da La Repubblica del 19 ottobre 2012

«SONO le cose che gli dico sempre io». Questo l’sms con cui Linda Giuva ha commentato con Staino l’intervista in cui il vignettista si era appellato al marito di lei, D’Alema.

Pubblicato in / | Contrassegnato , , | 1 commento