Presentazione 10 settembre di “Le nostre prigioni. Storie di dissidenti nelle carceri fasciste”

Giovedì 10 settembre in anteprima alla festa nazionale de l’Unità che si tiene a Modena presento alle ore 20 il mio nuovo libro: “Le nostre prigioni. Storie di dissidenti nelle carceri fasciste”

Nel volume “Le nostre prigioni. Storie di dissidenti nelle carceri fasciste” edito dall’Anppia che si presenta giovedì 10 settembre 2020 alle ore 20 alla festa nazionale de l’Unità a Modena si raccontano le storie di un centinaio di antifascisti mandati in galera nel Ventennio, celebri e meno noti e di diverso orientamento politico e origine geografica. Riemergono storie ignote che intrecciano aspetti politici e sentimentali, come il lungo fidanzamento ‘separato’ dal carcere tra Pertini e Matilde Ferrari, 18 anni interrotti al momento della liberazione dal futuro Presidente della Repubblica, un amore nascosto e rimosso dalla memorialistica nel dopoguerra; il triangolo sentimentale che intrecciò le vite di Tina Pizzardo, Altiero Spinelli e Cesare Pavese, follemente innamorato e non corrisposto pienamente dalla Pizzardo; la tragica storia dei due comunisti Anita Pusterla e Natale Premoli, perseguitati prima da Mussolini e poi da Stalin: separati in galera dal fascismo dal quale vennero condannati entrambi, fuggirono assieme in Russia dopo il carcere, dove ebbero una figlia Ninel (il cui nome letto al contrario evocava il leader bolscevico) per finire separati definitivamente dalle purghe staliniane che condanneranno il 32enne Premoli alla morte in un Gulag; la tormentata vicenda di Iside Viana, morta in carcere di stenti e sola, emarginata dalle altre detenute comuniste perché aveva chiesto, inutilmente, la grazia al Duce; o i due fratelli Mellone, Francesco e Federico, morti entrambi in carcere di stenti. Sono solo alcune delle cento storie rievocate nel libro che costituiscono uno spaccato significativo degli oltre 5000 dissidenti mandati in galera dal fascismo.

Informazioni su QuintoStato

Corro, leggo, scrivo, racconto. Negli anni ho svolto un percorso che ha intrecciato attività politica, professionale, didattica e di ricerca. Laureato nel 1997 in Storia contemporanea a Bologna, ho conseguito successivamente il dottorato in Storia Costituzionale e Amministrativa presso l’ateneo di Pavia e svolto attività di ricerca per l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ho pubblicato sei monografie, curato volumi, mostre e allestimenti museali sulla storia del Novecento e pubblicato una ventina di saggi e articoli su riviste scientifiche e annali di storia contemporanea. Sono autore di spettacoli teatrali e history telling. Sono dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in /. Contrassegna il permalink.