“Le sentinelle sedute” di Giovanni Taurasi

Dunque, se ho capito bene, ma qualcuno mi correggerà se ho perso qualche passaggio parlamentare e preso qualche abbaglio, le Sentinelle in piedi si sono radunate, in modo molto civile e perciò massimo rispetto, per leggere libri e manifestare così la propria contrarietà ad una proposta di legge (il cosiddetto pdl Scalfarotto) che introduce l’aggravante alla legge Mancino in caso di violenza omofobica.
Secondo le Sentinelle in piedi, tale provvedimento impedirebbe la libertà di opinione e spedirebbe in galera chi sostiene che il matrimonio può essere solo quello tra uomo e donna o dicesse, ad esempio, che l’omosessualità è un peccato o è contro natura. Così ho letto tra le dichiarazioni dei promotori della manifestazione modenese.
“Urca!” Mi sono detto.
“Possibile?”
Sono andato a leggermi il cosiddetto pdl Scalfarotto adesso fermo in Senato. Mi piacerebbe proprio capire dove sta scritto che chi dice che il matrimonio è tra uomo e donna deve andare in galera. Ripeto, dove sta scritto? Ecco, alle Sentinelle in piedi, di nuovo massimo rispetto per il loro modo civile di manifestare e biasimo invece per chi da una parte o dall’altra ricorre alla violenza, io replicherei con la manifestazione delle Sentinelle sedute, che con molta calma e tranquillità, in piazza o di fronte al personal computer, si limitano a leggere il progetto di legge Scalfarotto, in modo che forse ci renderemmo tutti conto che si tratta di una proposta di legge civile e ragionevole (soprattutto di fronte ai tanti casi di omofobia). Ecco, io me la sono letta, e invito a farlo anche a voi. È linkata qui. C’è scritto, di fatto, che chi commette o incita alla violenza contro i gay è perseguibile. E a me, un Paese che punisce chi dice che i gay vanno pestati (così come chi lo dice degli ebrei o degli zingari, perché di questo si occupava la legge Mancino) mi pare un Paese più civile.

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Le sentinelle sedute” di Giovanni Taurasi

  1. Alfonso Cornia ha detto:

    Concordo in tutto, virgole comprese.

    Mi piace

  2. serena d'arbela ha detto:

    Sono completamente d’accordo. Le sentinelle non hanno di meglio da fare che sbarrare il passo a mutamenti civili e già in atto in Europa?

    Mi piace

I commenti sono chiusi.