“Dal Tramonto all’Alba” di Giovanni Taurasi

La protesta in corso è inquietante e molto pericolosa. Non per le ragioni di fondo, perché è innegabile che questa crisi è devastante ed ha un impatto sociale pesantissimo e che la politica deve dare risposte, ma per come si sta sviluppando e per chi si muove dentro a questi movimenti, un magma sociale poco decifrabile ma non per questo meno allarmante. Si sa solo che siamo passati dalla rivoluzione con la 2 cavalli alla reazione con la Jaguar.
Anche il golpe cileno è stato anticipato da uno sciopero dei camionisti a cui si aggiunsero quelli di altri settori sociali. Non voglio fare paragoni, ma i segnali sono molto preoccupanti. Tra le opposizioni si soffia sul fuoco. Sia Berlusconi che Grillo ammiccano ai manifestanti che bloccano le città. In Parlamento Grillo e i suoi 163 parlamentari da una parte e Berlusconi e la nuova Forza Italia dall’altra si sono automarginalizzati per ragioni diverse e non stanno facendo nulla per affrontare la grave crisi che attraversiamo, caricandone di fatto la responsabilità sul Partito Democratico, e adesso vogliono cavalcare la protesta e capitalizzare il dissenso e il rancore sociale.
Temo che al Tramonto nel palazzo adesso cerchino in piazza una nuova Alba… Dorata.
GT

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.