Cosa succede a destra, a sinistra, sotto e sopra di noi (Mutatis Mutande di GT)

A destra

Rinasce Forza Italia. Ce n’era bisogno. Da stanotte gli italiani metteranno indietro di un’ora le lancette dell’orologio. La destra di vent’anni.

A sinistra

Dialogo recente tra un impiegato e un non so
GT (l’impiegato)- Allora cosa mi dice?
Meccanico (il non so) – Andiamo male. Vede qui, non è solo un problema di guarnizione di testa, è marcito tutto. C’è da cambiare l’intero blocco motore. Del resto ha i suoi anni e di strada ne ha fatta”
GT – Accidenti. E quanto mi costa?
M – Non so. Minimo 2000 €, ma senza garanzie per il futuro.
GT – Scusi, non ho capito. C’era il rimbombo in officina del suo collega che sistema quella marmitta. Può ripetere lentamente che così leggo il labiale.
M – Non so. Minimo 2000 €.
GT- …
M- Tutto bene Taurasi?
GT- …
M- Mi sente? La vedo pallido. C’è qualcosa che non va? Si vuole sedere?
GT – No, no. Tutto apposto… Altrimenti cosa si può fare?
M- Demolirla!
GT – In che senso?
M – Nel senso di rottamare.
GT – Ma non l’avevamo risolta l’anno scorso quella roba della rottamazione?
M- Cosa intende?
GT – No niente. È una cosa mia… una roba politica. Niente di importante.
M- Allora che facciamo, proviamo a sistemare o rottamiamo?
GT – La seconda che hai detto. Per coerenza… aihmè!

P.S. A proposito della polemica su Renzi alla guida del PD. Anche io non voglio un uomo solo al comando… ma sarei molto più preoccupato di non aver nessuno al comando!

Sotto

Rivoluzionari del XXI secolo.
Uno spettro s’aggira per l’Europa – lo spettro del populismo. Tutte le potenze della vecchia Europa si sono alleate in una santa battuta di caccia contro questo spettro.
Quale partito d’opposizione non è stato tacciato di populismo dai suoi avversari di governo; qual partito d’opposizione non ha rilanciato l’infamante accusa di populismo tanto sugli uomini più progrediti dell’opposizione stessa, quanto sui propri avversari reazionari?
Da questo fatto scaturiscono due specie di conclusioni.
Il populismo è di già riconosciuto come potenza da tutte le potenze europee.
E` ormai tempo che i populisti espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del populismo un manifesto del partito stesso.
A questo scopo è ora di agire.
Ci vedremo a San Remo. Apriremo il Teatro Ariston come una scatoletta di tonno. E ricordiamoci di tenere lo scontrino del biglietto del treno!

Sopra

Ricapitolando: quando un esponente politico alza il telefono contemporaneamente sono all’ascolto il destinatario della telefonata, il maresciallo dei carabinieri di servizio, l’impiegato dell’AISI (ex SISDE), Giuliano Tavaroli e Marco Tronchetti Provera e infine Barack Obama… Una videoconferenza!

GT

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cosa succede a destra, a sinistra, sotto e sopra di noi (Mutatis Mutande di GT)

  1. jackthefelix73 ha detto:

    Bel pezzo veramente, Giovanni. Dicono più queste “storielle” di tanti articoli giornalistici…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.