“A volte tornano… cominciare ad ascoltarsi” di Daniela Garutti per il Post del lettore

Daniela Garutti* per il Post del lettore

Qualche anno fa ho lavorato all’ufficio informazioni turistiche di Carpi, paese nuovo per me originaria della Bassa più bassa. In tre anni ho imparato a conoscere una tipologia umana fino ad allora sconosciuta, il cittadino comunicativo.

A San Felice, da dove venivo, non esisteva. Avevo fatto un po’ di esperienza a contatto col pubblico nella mostra archeologica allestita nel mastio della Rocca estense, e notavo che il visitatore medio era un tipo molto silenzioso.
A Carpi era un’esplosione di vita, idee, opinioni. Anche solo il cittadino di passaggio in cerca di novità su mostre e manifestazioni non si accontentava del dépliant o dell’informazione: cercava lo scambio di opinioni. Sull’offerta culturale, l’amministrazione, la pavimentazione della piazza, i giorni di mercato, la politica nazionale. Diceva la sua su tutto. Alcuni anche troppo a lungo, ma per me era uno spettacolo gratis. Poi la crisi, il mio contratto a tempo determinato scaduto, altri lavori.
Qualche giorno fa son tornata per un weekend ad aprire una mostra molto visitata all’interno del castello di Carpi. Ho ritrovato il caro vecchio carpigiano medio. In poche ore ho ascoltato storie bellissime: un sottotenente classe 1921 prigioniero in Polonia con Giovannino Guareschi; un commerciante di libri antichi che mi ha offerto una disquisizione sulle cartoline di Natale; una coppia che ha suggerito miglioramenti – pertinenti – all’allestimento. E infine un maestro in pensione che mi ha citato l’”homo homini lupus” di Obes. Intendeva Hobbes, ma era della generazione che l’inglese lo pronuncia come si scrive. Quindi Obes con l’accento veloce sulla o.
Non posso fare a meno di amarli.
Non ho mai saputo decidere il mestiere dei miei sogni. Ma se ascoltare le persone fosse un lavoro, farei quello.

*storica ascoltatrice

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.