Verso le primarie dei parlamentari democratici. Scelgo Manuela!

Nel prossimo fine settimana si terranno le primarie per scegliere i parlamentari democratici. La decisione di fare le primarie per i parlamentari del PD, pur con i tempi stretti dettati dall’anticipazione della fine della legislatura e coi problemi organizzativi connessi, è una decisione che dimostra coraggio, voglia di cambiamento e forte investimento su forme di vera partecipazione politica per contrastare una legge, il ‘porcellum’, che ha tolto agli italiani la possibilità di scegliere i propri rappresentanti. A tutti gli amici del blog che hanno partecipato alle primarie del 25 novembre e 2 dicembre o che sono iscritti al PD, consiglio di non perdere questa nuova opportunità di partecipazione politica, scegliendo tra i candidati che si presentano nella vostra provincia.
Per quanto mi riguarda, alle primarie dei parlamentari democratici modenesi io scelgo un’amica del blog Quinto Stato, che ha ospitato a volte suoi contributi.
Scelgo Manuela, perché nel corso della sua esperienza politica ha dimostrato di saper rappresentare a Roma i territori e le istanze locali, coniugando questa attenzione con il suo impegno per la scuola, per il sapere, per la ricerca, per l’università, per la cultura.
Scelgo Manuela, perché da parlamentare uscente ha svolto un intenso lavoro che è dimostrato dai numeri: le statistiche sulla produttività parlamentare la vedono 18ª su 630 deputati, con una partecipazione ai lavori superiore al 95%. Un lavoro di cui resta testimonianza in 13 proposte di legge e una proposta di inchiesta parlamentare sull’edilizia scolastica, e nei 234 atti tra interrogazioni, interpellanze, mozioni e risoluzioni, dove il territorio modenese e regionale è protagonista insieme ai temi nazionali. Ancora di recente, la Legge di Stabilità l’ha vista protagonista della battaglia per l’aumento del fondo per il diritto allo studio e per lo stralcio della norma che aumentava l’orario di lezione a parità di salario per gli insegnanti; l’ultimo decreto sul terremoto grazie al suo impegno e a quello degli altri parlamentari modenesi è stato modificato in favore delle reali, e troppo poco ascoltate dal Governo, esigenze del nostro territorio.
Scelgo Manuela, perché voglio donne in Parlamento e Manuela ha dimostrato nei fatti solidità, competenza, rigore, passione e attenzione verso i bisogni dei cittadini.
Scelgo Manuela, perché non è un politico di lungo corso, perché ha portato in politica la sua esperienza di ricercatrice universitaria e perché abbiamo bisogno di investire sul rinnovamento della nostra classe dirigente.
Scelgo Manuela, perché voglio che a Roma ci siano ancora parlamentari in grado di rappresentare i territori modenesi e capaci di far sentire la voce delle comunità colpite dal sisma di maggio.
Scelgo Manuela, perché ha coraggio, passione, valori e competenze.
Scelgo Manuela, perché da assessore part-time a Carpi (dividendo il suo tempo tra l’impegno in Comune e il lavoro di ricercatrice universitaria), è riuscita con il suo lavoro rigoroso, accurato e determinato a diventare parlamentare e poi Presidente della Commissione scuola, cultura, istruzione alla Camera, dove ha messo a frutto le sue competenze.
Scelgo Manuela, perché è la prova che la politica è una cosa bella.
Scelgo Manuela, perché se la chiami, le scrivi, la interpelli, lei c’è sempre… per tutti!
Scelgo Manuela, sì, anche perché la conosco bene e ho visto la sua generosità per gli altri e il suo impegno politico. E se mi chiedete chi è Manuela, rispondo che è in primo luogo una volitiva donna emiliana, poi che è una cittadina che crede nei valori e nelle battaglie democratiche, poi che è una persona che crede che il sapere sia la leva per il rilancio e lo sviluppo nel nostro Paese, poi che è una ricercatrice universitaria che amava ed ama il suo lavoro didattico e di ricerca, e infine che è una rappresentante delle comunità modenesi nel Parlamento italiano che merita di essere candidata.
Per tutte queste ragioni, il 30 dicembre, alle Primarie dei parlamentari democratici di Modena io scelgo Manuela Ghizzoni!
GT

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Verso le primarie dei parlamentari democratici. Scelgo Manuela!

  1. QuintoStato ha detto:

    Le primarie dei parlamentari del PD sono state una straordinaria prova di democrazia e partecipazione. Soffia un vento di forte cambiamento e rinnovamento, che non guarda in faccia nessuno, e a volte non riconosce merito e competenze. Ma è il vento della democrazia. Apriamo le vele del PD e facciamoci trascinare verso le elezioni del 2013. Grazie ai parlamentari uscenti, e in particolare a Manuela, e a tutti i candidati delle primarie. In bocca al lupo e buon lavoro ai candidati e ai prossimi parlamentari del PD.
    PS: nel mio Pantheon, tra i politici preferiti, figura Lucio Quinzio Cincinnato.
    GT

    Mi piace

I commenti sono chiusi.