Lezioni pratiche di politica domestica (Mutatis Mutande di GT)

La rubrica Mutatis Mutande di questa settimana è dedicata ai nodi della politica italiana – la spending review e le riforme elettorali – con due brevi riflessioni nate da colloqui familiari.

Economia domestica
- Caro, mi spieghi cosa significa esattamente Spending Review?
- Certo cara, te lo spiego subito. Ti ricordi che mi avevi detto che quest’anno, coi bambini un po’ più grandi, avresti desiderato finalmente di fare quel viaggio all’estero tutti assieme e ti sarebbe piaciuto trascorrere un paio di settimane tra la Provenza e Barcellona. Bene, ecco il preventivo: Arles (Provenza) hotel camera tripla + doppia, 1.800 Euro per 7 giorni; Barcellona, bilocale 5 persone, € 1.125,00 per 7 giorni. Totale 2.925 Euro, più spese di viaggio in auto (500 Euro circa). Ecco questa è la Spending.
- E la Review?
- La Review significa che, stando al nostro conto corrente, la vacanza ce la possiamo scordare… a meno che non paghino ‘a nostra insaputa’ Formigoni o Daccò che poi ‘compensiamo’ l’anno prossimo.

Riforme elettorali
Si torna a discutere di sistema elettorale, ma è difficile trovare l’accordo. Il proporzionale garantisce la rappresentatività, ma non la governabilità. Il maggioritario rafforza le maggioranze, ma non è pienamente rappresentativo, taglia le ali più estreme e determina alleanze spurie e solo elettorali.
Le preferenze possono essere controllate e non garantiscono la parità di genere, mentre le liste bloccate non consentono agli italiani di scegliere i propri rappresentanti e i parlamentari vengono cooptati dalle segreterie di partito.
Il doppio turno alla francese piace a sinistra, ma non a destra.
L’elezione diretta del Capo dello Stato piace a destra, ma non a sinistra.
Il PD vuole un sistema simile a quello tedesco e il 40% di seggi assegnati in collegi uninominali. Il PDL è orientato per la sostituzione dei collegi con le preferenze per uscire dalle liste bloccate. L’Udc punta alla sostituzione dei collegi con il sistema delle preferenze. La Lega vuole il collegio unico padano.
Il 50% degli italiani chiedono di dimezzare i parlamentari… l’altro 50% vorrebbe tagliarli a metà in senso letterale.
Ci ho riflettuto molto, ho ripensato al dottorato di Storia Costituzionale conseguito 10 anni fa. Ho interpellato i costituzionalisti e giuristi che frequentano il bar sotto casa, insieme ai tanti allenatori della nazionale di calcio.
Ho chiesto al mio salumiere di fiducia. Ne ho parlato con i figli.
Alla fine sono arrivato all’unica conclusione logica e presto comincerò a raccogliere le firme per promuovere una legge elettorale di iniziativa popolare: visto che la politica da vent’anni è ormai lo specchio della società, io propongo di scegliere direttamente i parlamentari… tramite l’estrazione a sorte.
GT

About these ads

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente pubblico, è stato Consigliere comunale a Carpi dal 1995 al 2004 e di nuovo dal 2009. Attualmente è Presidente del Consiglio comunale di Carpi e Presidente dell'Assemblea e della Direzione provinciale del PD modenese. Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lezioni pratiche di politica domestica (Mutatis Mutande di GT)

  1. adriano ha detto:

    Grazie GT, un sorriso aiuta ad affrontare una giornata che non si preannuncia “splendida e splendente”.
    Esilarante e corrosivo il brano elettorale: una foto impietosa dello stallo in cui si barcamena il parlamento.
    Bazzico qualche blog, ma ho deciso di smettere: vedo una disarmante proliferazione di informazioni distorte e dissennate. Una Babele.

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...