“Maggiore probabilità” di Luca Lombroso* per il Post del lettore

Luca Lombroso per il Post del Lettore, Blog per il Cambiamento

Volutamente, lascio passare alcune ore dal putiferio scatenato dal Comunicato della Commissione grandi rischi, ripreso con titoli inappropriati e allarmistici da alcuni grandi quotidiani. Ho aspettato per far calmare la comprensibile agitazione e per ragionarci meglio: cosa è successo?

Mio parere da “esterno” da un lato, al solito, una parte scienziati (ma ci sono le eccezioni, come l’eccellente blog TERSISCIO di cui invito a leggere sull’argomento questo post) e soprattutto i burocrati della Protezione Civile e del Governo non sono molto bravi a comunicare, dall’altro appunto l’agitazione è scaturita soprattutto da titoli e titoloni giornalistici completamente fuori luogo e allarmistici. Mi piacerebbe leggere il vero documento e non la sintesi, che comunque è ben diversa da quanto riportato come titolo in prima pagina su Repubblica in prima pagina: riprendo per esempio questo passaggio della commissione grandi rischi

La Commissione ribadisce che i terremoti non possono essere previsti e chiarisce che le conoscenze attuali della geologia di quest’area fanno ritenere che – nel caso si riacutizzasse l’attività sismica nell’area già interessata dalla sequenza in corso – si concentrerebbe con maggiore probabilità nel settore orientale, nella zona compresa tra Finale Emilia e Ferrara, con eventi di magnitudo paragonabili a quelli del 20 e 29 maggio

Come vedete si parte da un’ipotesi (“nel caso” ) per arrivare a scenari possibili (“maggiore probabilità”), non augurabili ma su cui è giusto ragionare e attrezzarsi con una adeguata prevenzione e preparazione. Insomma, non va bene spaventare, ma nemmeno minizzare la situazione in cui, nostro malgrado, ci troviamo. Per quanto mi riguarda, come ho detto, mi sento fortunato e forse privilegiato, però il “kit di sopravvivenza alle catastrofi” l’ho sempre avuto in casa, un po’ ci scherzavo sopra, augurandomi che non serva mai, ma quando ne parlavo mi sentivo troppo spesso dare del menagramo o della cassandra.

Come già più volte ho detto partecipando alle Conferenze sul Clima come le COP di Copenhagen, Cancun e Durban ho avuto conferma di come vengono mal riportate le notizie nei media “mainstream”; nella lunga notte di Durban per esempio non c’era praticamente nessun giornalista delle grandi testate, che poi hanno fatto notizia basandosi sui comunicati stampa e sulle agenzie e addirittura annunciato accordi o fallimenti a plenarie ancora in corso!

E a proposito di clima, a medio-lungo termine i cambiamenti climatici e il picco del petrolio non sono meno preoccupanti e pericolosi del terremoto: infatti “nel caso non si intraprendano adeguate azioni per la riduzione dei gas serra e l’adattamento ai futuri cambiamenti climatici”, si concentrebbe nel nostro territorio è una “maggiore probabilità di aumento degli eventi estremi come ondate di caldo, lunghe siccità e per opposto grandi alluvioni”.

Come giustamente fa presente l’INGV anche in una lettera alle massime autorità dell’Stato, “l’applicazione delle norme sismiche del 2003 ha proceduto a rilento, anche perchè era rimasta in vigore la possibilità di applicazione delle normative precedenti;”. Analogamente “L’applicazione di adeguate politiche per la difesa dai cambiamenti cambiamenti climatici è insufficiente e va a rilento e quella per affrontare il picco del petrolio è inesistente”; faccio dunque appello al mondo politico ed economico di non prendere sotto gamba anche questi rischi.

http://blog.ilcambiamento.it/climaedintorni/2012/06/10/873/
*Meteorologo e Previsore. http://www.lombroso.it/

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Maggiore probabilità” di Luca Lombroso* per il Post del lettore

I commenti sono chiusi.