Mai dire spending review (Mutatis Mutande di GT)

Per oltre un decennio gli italiani hanno creduto ad un ricco comico di destra, omofobo, xenofobo, antieuropeo. Un personaggio da avanspettacolo, che pensava che la mafia non fosse un problema e che invitava ad evadere le tasse. Aveva una visione padronale del suo movimento politico, e decideva chi poteva proseguire la carriera politica e chi doveva essere scomunicato. Voleva fare piazza pulita di tutta la scena politica, non risparmiando volgarità ed offese alle istituzioni, alla memoria della Resistenza, al Paese. Cavalcava la rabbia sociale contro quello che definiva un sistema. Intanto ammucchiava milioni di Euro con la sua attività. Sappiamo com’è finita! Io inviterei pacatamente i fan di Grillo che si sentono di sinistra a rifletterci, o almeno a indicarmi le differenze!

Basta semplificazioni. A Grillo è necessario dare una risposta politica e replicare nel merito di ciò che propone…insomma, bisogna rispondergli con un bel Vaffa!

Il mio nome è Bondi, Enrico Bondi. Dopo Casino Royale e L’uomo con la pistola d’oro, con Silvio Berlusconi, Una cascata di diamanti, con Umberto Bossi, Dalla Russia con amore, con Niki Vendola, Octopussy Operazione Piovra, con Marcello Dell’Utri, Al servizio segreto di sua Maestà, con Beppe Grillo, è arrivato l’ultimo film della saga 007: Spending review: mai dire mai.

La spendig review eviti la rivolta sociale: non toccate le figurine del WWF distribuite alla Coop e quelle dei Puffi diffuse nei Conad!

Dalla lista della spesa ho depennato il gelato perché si può evitare, dimezzato la carne oramai alle stelle e poco salutare, sacrificato gli zucchini che costano come gioielli, tolto il pane perché si può risparmiare facendolo in casa, evitato la Nutella perché non era in offerta, scelto la birra della Coop perché costava meno… adesso vi è chiaro cosa vuol dire fare la spending review?

Comunque c’è poco da ridere. Le ultime rilevazioni dell’Inps sullo stato sociale e previdenziale nel nostro Paese sono preoccupanti. Un pensionato su due è sotto i mille euro… l’altro purtroppo è già sotto un metro di terra!

GT

Annunci

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013. Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca per l'Univerità di Modena e Reggio Emilia ed enti pubblici e privati. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente della Regione Emilia-Romagna.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.