“E che Martone ci aiuti” di Albano Dugoni per il Post del lettore

Il Post del lettore di Albano Dugoni

E come sono sfigati questi dell’associazione nazionale degli psicologi che comprano un palazzo pagandolo, a poche ore di distanza, 18 milioni in più del suo valore precedente. Certo che il mercato degli immobili a Roma oscilla; da bravi psicoterapeuti hanno compensato subito.
E come sono logorati dalla monotonia del posto fisso, questi manager della Rai che devoti a San Remo cadono nella trappola del molleggiato. Altro che audience pro canone, qui saranno cannonate ed Emergency non basterà a coprire le ferite.
E come sono Bamboccioni, o prima illusi e poi disillusi, questi figli del fiore Margherita che hanno perso per strada 13 milioni di euro e manco se ne sono accorti. Nelle varie interviste, raccolte sempre per strada, dai giornalisti maratoneti, gli ex margheriti appaiono come personaggi in perfetto stile Monty Python: più preoccupati delle punture di zanzara, che non della gamba amputata.
Senza elencare altre storie ben più tragiche e tristi di questi giorni (ben riprese da questo blog negli articoli di Spinelli e Tinagli e di quest’ultimo di Di Vico) sono anch’io convinto che battute fuori luogo, sui soliti sfigati, annoiati da posto fisso e bamboccioni usciti di casa troppo presto, non aiutino. Però vorrei distinguere.
Sia in Padoa Schioppa a suo tempo, che riprendeva un appello alle nuove generazione già lanciato dal Cardinale Biffi di Bologna, come in Mario Monti oggi, era ed è evidente una vera passione civile, condita da una buona dose di fiducia e di speranza, mentre nel nuovo giovane e rampante servitore dello Stato Dott. Martone, leggo, purtroppo, un cinismo trionfante, un po’ stile Lapo Elkann, che però, non dimentichiamolo, vende del suo e risulta anche molto simpatico.
Chissà se il Michel Martone si farà, anche se ha le spalle strette, se farà spallucce o si dimetterà. Non è mica da questi particolari che vorremmo giudicare un servitore. Coraggio Martone salga sulla nave, cazzo!

Albano Dugoni

About these ads

Informazioni su QuintoStato

Giovanni Taurasi vive a Carpi (MO). Laureato in Storia contemporanea a Bologna, ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca presso l’Università di Pavia e svolto attività di ricerca. All’attivo ha una trentina di pubblicazioni, tra cui cinque volumi monografici sulla storia del '900, curatele di volumi, mostre, saggi e articoli su riviste di storia. Dipendente pubblico, è stato Consigliere comunale a Carpi dal 1995 al 2004 e di nuovo dal 2009. Attualmente è Presidente del Consiglio comunale di Carpi e Presidente dell'Assemblea e della Direzione provinciale del PD modenese. Fa parte dell'Assemblea Nazionale del PD eletta l'8 dicembre 2013.
Questa voce è stata pubblicata in / e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...